Qualche anno fa il Signore aveva messo sulla mia strada, per la prima volta la Chiesa Valdese, quasi per caso; ero dalla commercialista e dico "mah, che palle… questo 8 per mille, alla fine o lo dai allo Stato o lo dai alla Chiesa Cattolica, ma non sono convinto né di una né dell’altro!". Lei mi dice "Guarda che ci sono altre scelte, per esempio quest’estate in vacanza ho avuto modo di conoscere la comunità valdese.. mi paiono molto ben organizzati e che facciano cose molto interessanti con l’8 per mille". In quell’occasione ho voluto dare fiducia alla mia commercialista e ho firmato per dare l’8 per mille, per la prima, alla Chiesa Valdese: non sapevo chi fossero, ma almeno non erano Stato Italiano o Chiesa Cattolica.

Dopo un paio d’anni parlo con un amico gay che mi dice "Io proprio non vi capisco voi gay cattolici. Già non capisco la religione, ma addirittura di essere tanto masochisti da scegliere quella cattolica è inconcepibile. Ma perché non diventi valdese?!".. mi sono detto "e 2, che palle sti valdesi sempre intorno…".

Qualche mese fa una cara amica mi chiede "Senti, ti posso fare una domanda? Ma tu li consoci i Valdesi?!"… "Adesso basta!!" mi sono detto. Ora voglio capire perché questa gente continui a venire sul mio cammino, anche se non li cerco…

Com’è andata a finire? Ho chiamato la Chiesa Valdese di Milano (http://www.milanovaldese.it), in particolare ho parlato con la pastora Dorothee Mack…
Ho voluto approfondire ancora meglio e ho iniziato a partecipare agli incontri di "Formazione biblica per adulti", tenuti dai pastori della chiesa; è stata una conoscenza illuminante: ho riscoperto il piacere di avere una fede cristiana. Ho scoperto, o capito, che fra me e questa mia fede non ci sono oceani, distese diserte, ma una vicinanza molto intima; avevo provato a vivere "come se la mia fede non esistesse", ma evidentemente il dono che Dio mi ha fatto (la mia fede) è ben più grande e forte della mia volontà di ignorarlo.

Ieri, nella domenica di Pentecoste, con grande gioia, ho finalmente chiesto l’ammissione a membro di chiesa, e ora sono, a tutti gli effetti, un cristiano valdese; non so descrivere a parole quanto sia stato bello ed emozionante, ma sono davvero molto felice di essere al 100% me stesso, una conquista che è stata complessa, ma inutile guardare gli sforzi, no? E’ tanto bello poter ammirare il risultato!Lorenzo

Share Button